Comunicazione assertiva dalla A alla Z

comunicazione assertiva

Comunicazione assertiva: svilupparla con le tecniche senza lavorare sul tuo atteggiamento di fondo è come voler imparare a nuotare facendo la doccia.            

Ti è mai capitato di:

  • perdere la pazienza e, riflettendo su cosa ti ha portato a perdere il controllo, trovare la causa nel comportamento dell’altra persona (capo collega figlio fidanzata marito, cliente, fornitore, etc.)?
  • rinunciare ad affrontare una discussione con qualcuno (sempre quelli di prima capo collega etc.) per evitare che si arrivasse allo scontro
  • trattenerti dal parlare per il timore che, una volta aperta la bocca poi, non avresti saputo frenarti e fargli una bella ramanzina
  • dire all’altro tutto ciò che ti passava per la testa per poi pentirtene e desiderare di aver taciuto
  • sentire che l’interazione con certe persone ti causa stress e mette a disagio
  • volere dire no ad una richiesta ma non sapere bene come fare temendo ripercussioni o sensi di colpa o di pregiudicare la relazione
  • dover dire ad una persona cosa ha sbagliato e che conseguenze ha avuto su di te e sui tuoi bisogni senza sapere bene da che parte farti e spesso rinunciare?
  • voler convincere qualcuno a fare qualcosa e ritrovarti ad usare tattiche un po’ manipolatorie o la mera insistenza o invocare l’autorità di altri (il capo, il mega capo il maga direttore galattico o il Papa) perché non avevi autorità ne altre leve persuasive più efficaci?
  • trovarti in una situazione di conflitto e diventare un po’ aggressivo oppure al contrario rinunciare a farti valere con conseguenze emotive (frustrazione, rabbia sconforto delusione, etc.) e somatiche varie (gastrite mal di testa dolori cervicali, etc.)?

Se una o più di queste situazioni ti sono capitate allora ti potrebbe interessare continuare a leggere.

Ti parlerò di assertività e comunicazione assertiva,  e in particolare:

  • delle aree in cui è sempre più importante
  • di cosa è più precisamente l’assertività
  • cosa è la comunicazione assertiva
  • quali capacità occorre sviluppare per migliorare la propria comunicazione assertiva
  • come sviluppare queste capacità e perchè le tecniche non bastano

Ok partiamo.

Ci sono due macro aree dove è sempre più importante sviluppare una comunicazione assertiva.

L’area lavorativa e l’area delle relazioni più strette ed importanti: con il partner con i figli con gli amici più stretti.

La comunicazione assertiva in area lavorativa

Sempre di più  nel lavoro l’efficacia e l’efficienza della relazione con gli altri è legata alle caratteristiche personali di chi interagisce.

Contano sempre di meno l’autorità e ad ruolo che si ricopre.

Ma cosa intendi per efficacia?

Intendo i risultati che realizzi.

E per efficienza?

Il tempo che si consuma, i soldi che si investono le energie necessarie per realizzare quei risultati.

E prima che tu me lo chieda per “altri” intendo in generale:

  • colleghi,
  • collaboratori,
  • clienti interni ed esterni,
  • fornitori interni ed esterni.

Sempre di più vengono apprezzati il capo, collega, fornitore, etc che riescono a:

  • mostrarsi aperti, franchi, tolleranti,
  • capaci di ascoltare ma anche di affermare le proprie opinioni e punti di vista
  • rispettare gli altri facendosi rispettare. 

Perché?

Il primo motivo è che nell’arena competitiva attuale ci sono sempre più cambiamenti.

Nei contesti turbolenti una organizzazione burocratico–gerarchica non consente di sviluppare  vantaggio competitivo anzi lo brucia.

Oi come parli difficile spiegati meglio.

Burocratico gerarchica?!?

Si le organizzazioni tipo:

Qui il capo sono io, quindi comando io e tu esegui.

Che poi conduce alla sindrome del

dimmi quello che devo fare e lo faccio.

E il vantaggio competitivo?

Vantaggio competitivo è quella cosa che ne vuoi avere tanto perché porta profitti e ti fa prosperare nel mercato o per lo meno sopravvivere.

Se non ce l’hai in sostanza l’azienda prima o poi “muore”.

Per avere tanto vantaggio competitivo è necessario creare valore per i clienti.

Per creare valore per i clienti lo stile burocratico di cui sopra non ti aiuta.

Ti aiuta invece:

  • capire i problemi
  • risolvere i problemi

in cooperazione con i collaboratori interni e con i collaboratori esterni (i fornitori).

Un approccio che possiamo chiamare “manageriale”.

E:

  • più ti allontani dal modello burocratico gerarchico
  • e ti avvicini ad un modello manageriale

e più ti serve l’assertività.

E cos’è questa assertività?

Tra poco lo vediamo meglio.

Per ora diciamo che è quella “roba” che ti aiuta a:

  • raggiungere obiettivi grazie alla collaborazione altrui
  • farti valere
  • essere autorevole
  • creare valore
  • affrontare conflitti
  • persuadere gli altri

nel rispetto della relazione con l’altro, senza manipolare e senza essere manipolato.

La comunicazione assertiva in area relazioni significative

Quando penso alla assertività nelle relazioni personali mi viene in mente un principio di vita.

L’ho sentito dieci anni fa ma ancora riecheggia nella mia mente.

L’ho sentito dal fondatore di uno dei primi Ashram che ho visitato nelle mie spedizioni “pratico spirituali” in India.

E qual è questo principio di vita?

“La vita è relazione” e “la qualità della vita dipende dalla qualità delle nostre relazioni”.

Un pensiero tanto semplice quanto profondamente “vero”.

Come si fa a stare bene nella vita se nella relazione con i figli, il partner gli amici più stretti ci sono conflitti irrisolti?.

Se non ci si sente apprezzati valorizzati rispettati?

O se l’altro non si sente apprezzato valorizzato rispettato?

Difficile non credi?

Da dove viene questo sentirsi e far sentire apprezzati, valorizzati e rispettati?

Da dove viene la fiducia che si sviluppa in questi casi?

Viene in buona parte da come:

  • interagiamo e comunichiamo i nostri bisogni le nostre idee e le nostre furstrazioni
  • ci poniamo nei confronti delle persone importanti della nostra vita.

Viene in buona parte da quella roba che chiamiamo assertività.

Anche qua?

Eh si anche e forse soprattutto qua.

A beh allora stavolta me lo spieghi per benino cos’è l’assertività e cosa intendi per comunicazione assertiva.

Si certo

Lo vediamo subito

Cosa è più precisamente l’assertività

Se lo chiediamo a nostro cugino (Google 😉 ) la definizione offerta è:

Capacità di farsi valere con la persuasione, orientando le scelte e ottenendo il consenso altrui.

Se lo chiedi a Wikipedia ti dice che

“L’assertività (…) consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Secondo (…) Alberti ed Emmons, si definisce come «un comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui».

Definizioni interessanti e di sicuro aiuto.

Ma manca qualcosa.

Manca una parola chiave.

Ammetto di essere influenzato dal mio “credo” prossionale di counsellor olistico e in particolare dall’approccio che mi ha dato più risultati.

L’approcio gestaltico.

Dal mio punto di vista – influenzato appunto dal sistema di credenze olistiche e gestaltiche – la parola chiave è bisogni.

Il cuore della assertività è affermare i propri bisogni nel rispetto di quelli degli altri. Condividi il Tweet

Da qui parte l’atteggiamento di fondo.

L’atteggiamento di fondo a sua volta conduce alla capacità di:

  • affermare
  • asserire
  • comunicare chiaramente con gli altri
  • portarli dalla nostra parte senza manipolare
  • affrontare conflitti
  • e le altre cose che dicono Alberti ed Emmons.

Vediamo rapidamente un esempio di nesso tra il “cuore” (trascurato) della assertività e quanto si lege nelle definizioni.

I propri interessi da dove vengono? Dai bisogni.

Le emozioni e i sentimenti da dove vengono? Dai bisogni (soddifatti o insoddisfatti).

Le idee etc. da dove vengono? Sono ciò che ci aiuta a comunicare i nostri bisogni.

Quindi nel progetto di allineamenti  l’assertività è quella cosa che:

  • ha il proprio “cuore” nel portare avanti i propri bisogni nel rispetto di quelli degli altri
  • quando c’è assertività si crea qualità nelle relazioni sotto forma di rispetto valorizzazione apprezzamento e fiducia
  • la mancanza di assertività per contro porta a stress, conflitto, svalutazione, sfiducia, malessere personale fisico emotivo e relazionale

Questa “cosa” a cui diamo il nome di assertività assume poi diverse sfaccettature che “declinano” il “cuore”.

Le sfaccettature sono le capacità che occorre avere per portare avanti il “cuore” dell’assertività.

Le principali capacità sono:

  1. Saper riconoscere i propri bisogni
  2. Sapere dire di no alle richieste (pretese) che vanno contro i tuoi bisogni
  3. Saper fronteggiare invasioni di campo, provocazioni e “gabbie” logiche
  4. Saper esprimere richieste legate ai tuoi bisogni nel rispetto dei bisogni dell’altro
  5. Saper esprimere disapprovazione nel caso di comportamento che va contro quanto stabilito o atteso
  6. Saper esprimere la tua frustazione e disagio emotivo quando i tuoi bisogni sono stati disattesi
  7. Saper esprimere complimenti gratitudine apprezzamenti
  8. Saper trovare soluzioni idonee a soddisfare i propri bisogni
  9. Persuadere altri a seguire le proprie idee e soluzioni con beneificio per tutte le parti coinvolte
  10. Saper affrontare il conflitto tra i bisogni delle parti in gioco per evitare che diventi “conflitto” tra le persone
  11. Saper interagire con altre persone tenedo conto degli speciali bisogni che conducono ai diversi tipi di personalità
  12. Saper affrontare il disagio emotivo e lo stress altrui con la c.d. empatia e intelligenza emotiva

Appperò!

Hai capito l’assertitivà una roba da ridere insomma.

Si infatti servono diverse capacità o competenze trasversali come le chiamiamo in allineamenti.

Per questo che non le tratteremo tutte qua.

Altrimenti ci stiamo una vita e facciamo la nuova enciclopedia britannica.

Per darti uno strumento “digeribile” e non una encilopedia tascabile alcune di queste capacità sono trattate in strumenti separati.

E quali capacità vengono trattate allora?

Lo vedremo meglio tra poco. Dopo che abbiamo visto cosa intendiamo per comunicazione assertiva.

Cosa è la comunicazione assertiva

La comunicazione assertiva è la competenza che ti consente di:

  • comunicare
  • interagire con gli altri
  • persuaderli

in modo allineato al  “cuore” dell’assertività.

E il cuore dell’assertività se ricordi è

portare avanti i propri bisogni nel rispetto di quelli degli altri.

La comunicazione assertiva ricomprende quindi buona parte ma non tutte le capacità viste prima.

In particolare ricomprende:

  • Sapere dire di no alle richieste (pretese) che vanno contro i tuoi bisogni
  • Saper fronteggiare invasioni di campo, provocazioni e “gabbie” logiche
  • Saper esprimere richieste legate ai tuoi bisogni nel rispetto dei bisogni dell’altro
  • Saper esprimere disapprovazione nel caso di comportamento che va contro quanto stabilito o atteso
  • Saper esprimere la tua frustazione e disagio emotivo quando i tuoi bisogni sono stati disattesi
  • Saper esprimere complimenti gratitudine apprezzamenti
  • Persuadere altri a seguire le proprie idee e soluzioni con beneificio per tutte le parti coinvolte
  • Saper affrontare il conflitto tra i bisogni delle parti in gioco per evitare che diventi “conflitto” tra le persone

Beh mica male anche la comunicazione assertiva.

Ce n’è di roba da saper fare!

Si in effetti.

Per ora mettiamo un punto rispetto alla questione cosa sono l’assertività e la comunicazione assertiva.

E andiamo a capo con il prossimo argomento.

Come sviluppare la comunicazione assertiva.

Come si sviluppa la Comunicazione assertiva: perchè le tecniche non bastano

Molti creano confusione e false aspettative su come migliorare la comunicazione assertiva focalizzandosi eccessivamente sulle tecniche.

Le tecniche sono di sicuro molto importanti.

Le troverai anche in questo strumento.

Ma come anticipato non sono sufficienti.

Le tecniche non funzionano se non si va prima a fondo.

Se prima non si scoprono:

  • il proprio profilo di assertività con l’atteggiamento di fondo prevalente
  • i vantaggi nel breve e le conseguenze negative di atteggiamenti non assertivi

Perchè?

Perchè l’atteggiamento di fondo governa il nostro agire nel mondo esteriore.

Se prima non si lavora sull’atteggiamento di fondo, se prima non si allinea l’atteggiamento ad obiettivi assertivi le tecniche non funzionano.

Sono come una casa costruita sulle sabbie mobili.

L’atteggiamento di fondo è come le fondamenta di una casa.

Occorre vedere quale è il tuo profilo di assertività e partire da quello.

Se lavori sulle fondamenta poi puoi ristrutturare il resto della casa con le tecniche.

E’ inoltre importante vedere le conseguenze negative degli atteggiamenti non assertivi per avere una spinta motivazionale a lavorare sul tuo comportamento.

Lavorare?

Si lavorare come quando vuoi sviluppare muscoli, o flessibilità o un particolare gesto tecnico in uno sport dove vuoi migliorare i tuoi risultati.

Devi “sudare” in palestra e in generale in allenamento per ottenere i cambiamenti che desideri.

Infine ti serve scoprire gli altri schemi del tuo mondo interiore che creano confusione nella interazione con gli altri e ti fanno cadere in trappole che impediscono poi l’assertività.

Dopo che abbiamo fatto luce su diversi tipi di confusione e schemi improduttivi possiamo passare a lavoarre con le tecniche e strutture comunicative diverse da quelle che stai usando ora.

Ok quindi:

  • prima scoprire profilo di assertività
  • poi avere chiare le conseguenze negative degli atteggiamenti non assertivi
  • poi sgombrare il campo da confusioni di diverso tipo nell’ambito della relazione con gli altri
  • poi mettere in evidenza schemi improduttivi
  • solo dopo le tecniche.

E poi “sudare” in allenamento.

Corretto?

Correttissimo!

Ok, visto che stiamo andando sullo strumento dimmi un pò che cosa mi porto a casa se lo compro?

Ok, ma nella pratica cosa mi porto a casa con questo corso?

portocasa

Con lo strumento ti porti a casa un metodo per sviluppare la comunicazione assertiva che ho testato sia in aula con gruppi che in sessioni di coaching e di counselling.

Un metodo testato ed affidabile grazie al quale potrai:

  • scoprire la formula del successo e la fasi principali per portare cambiamenti positivi nella tua vita
  • individuare il tuo profilo di assertività 
  • mettere a fuoco gli indicatori comportamentali che consentono di riconoscere il profilo di assertività altrui
  • individuare ed evitare trappole della comunicazione aggressiva, manipolatoria, vittimistica e/o anassertiva
  • scoprire processi, schemi e strutture comunicative per sviluppare le diverse capacità viste sopra

E nella pratica che vantaggi mi da?

quali-vantaggi

Beh innanzitutto hai i vantaggi che derivano dallo sviluppare la comunicazione assertiva:

  • riduzione del tuo stress
  • aumento della tua autostima
  • maggiore qualità nelle relazioni con gli altri
  • eviti le conseguenze negative delle modalità comunicative non assertive.

In particolare puoi realizzare questi risultati avendo a tua disposizione un counsellor certificato per:

rispondere ad ogni tuo dubbio domanda o perplessità

accompagnarti nella comprensione dei concetti e nella applicazione dei nuovi schemi.

Spendi i soldi che spenderesti per un libro per avere:

  • un coaching on line dedicato
  • risposte che un libro non può darti

Ci sono requisiti particolari?

requisiti

Nessuno in particolare.

I contenuti che troverai dall’altra parte sono il frutto di studi e approfondimenti notevoli sulla psicologia umana che lo hanno portato ad avere una affidabilità molto elevata.

Allo stesso tempo  gli schemi, il linguaggio usato nel corso sono molto semplici e fruibili. 

Per questo da diversi anni utilizzo con successo questo strumento da vivo con persone di diversi ruoli:

  • venditori,
  • manager,
  • addetti a call centre
  • capi progetto
  • imprenditori

E nessuno di loro aveva particolari competenze in ambito psicologico.

Quindi non ci sono requisiti particolari, ma ci sono tre aspetti che aiutano:

  • la voglia di migliorare la qualità della propria vita
  • mentalità aperta
  • sapersi mettere un pò in discussione.

Mi dici qualcosa sull’autore?

cv

Bio

Sono un formatore, consulente e counsellor olistico.

Mi occupo di crescita personale, professionale e aziendale dal 1997.

Dopo l'”imprinting” ricevuto nei  primi anni di esperienza a Londra, sono rientrato in Italia nel 1999.

Da allora ha formato:

  • più di 10.000 persone in area crescita personale, professionale ed aziendale
  • più di 200 formatori nell’ambito di corsi formazione formatori (base e avanzato).

Dal 2001 ho messo a punto e affinato il  metodo di consulenza e facilitazione Elleffegi®.

Ho completato la mia formazione manageriale e consulenziale con un master in counselling integrale olistico con approfondimenti in particolare sull’approccio Gestaltico e la facilitazione del cambiamento tramite l’ipnosi.

Sono un forte sostenitore dell’importanza di un approccio olistico.

Per questo ho frequentato diversi Ashram, in India e  Regno Unito, per studiare discipline e pratiche yogiche a fini pratici.

In particolare per ridurre lo stress ed i conflitti interiori ed aumentare il benessere personale e relazionale.

A valle di questi studi ho sviluppato il metodo Meditraining®-apprendere meditando.

Sono autore del libro “Apprendimento e Difese” e coautore con Rajeev Ramaswamy degli audiolibri “Consapevolezza” e “Conflitto Interiore”.

Dal 2013 conduco i moduli sulla leadership nel  Master in Management rivolto ai futuri dirigenti di una multinazionale francese.

Certificazioni

  • Myers – Briggs Type Indicator® – Oxford Psychology Press
  • Opq32 – Shl
  • Counsellor Olistico SIAF
  • Ipnoterapia – Omni Hypnosis Training Center® Florida
  • Associato a: ACBS Association for Contextual Behavioral Science
  • Per la certificazione più importante vedi il prossimo paragrafo

Ok tu dici che è valido, ma chi ha usato lo strumento cosa dice?

chihausatocosadice

Un dubbio legittimo a questo punto è che a parlarti bene del corso sono io che l’ho costruito ideato e te lo propongo ….

Ovviamente se chiedi al gelataio come è il suo gelato ti dirà che è molto buono per questo ho chiesto cosa ne pensa  a chi lo ha assaggiato

In particolare ho chiesto a Sabrina che ha da poco terminato un percorso in cui c’era anche questo strumento.

Il suo  è un feedback contiene gli elementi di solito apprezzati dai partecipanti dei miei corsi:

  • Efficacia
  • Semplicità
  • Applicabilità
  • Utilità

Elementi che trovi  in un campione di feeddback di clienti raccolti in questi anni.

E se ho dubbi o domande?

e-adesso

Prima di iniziare il progetto Allineamenti ho acquistato qualche formazione on line per capire se era possibile imparare in questo modo.

In alcuni casi potevo interloquire con l’autore.

Nella maggior parte dei casi non avevo modo di interloquire con l’autore e se avevo dei dubbi o domande me li tenevo.

Per questo ho pensato che in allineamenti a tendere ci saranno due versioni di ogni strumento.

Una versione per lo studio  indipendente dove ascolti i video e fai gli esercizi previsti in modo autonomo.

Ad un costo piu’ alto ci sarà la versione vip dove oltre a quello che trovi nella versione di studio indipendente hai la possibilità di interagire con me e con gli altri partecipanti al corso.

In questa fase mi interessa mettere a punto la versione definitiva per lo studio indipendente.

Per farlo mi è utile capire il tipo di dubbi domande o esigenze di approfondimento di chi usa lo strumento.

Per cui in questa fase c’è una unica versione ibrida.

In questa versione  puoi avere uno scambio diretto con me per ogni dubbio domanda o esigenza di approfondimento mentre leggi o ascolti il materiale del corso.

Quindi approfitta della opportunità di avere di più interagendo con me ad un costo ridotto e temporaneo.

Non aspettare, acquista ora.

Esiste una garanzia?

garanzia

Un altro dubbio potrebbe riguardare la presenza di una garanzia.

I contenuti, le tecniche e gli approcci  che ti propongo  sono stati usati con successo e soddisfazione da centinaia di persone.

Per questo sono sicuro che se metterai in pratica lo strumento vedrai i risultati che ti ho promesso.

Allo stesso tempo però ti garantisco che se per qualsiasi motivo tu non fossi soddisfatto o soddisfatta dell’acquisto per qualsiasi  motivo ti basterà inviarmi una mail entro 30 giorni dall’acquisto e riavrai indietro i tuoi soldi.

Come mai costa così poco?

comemai

Un domanda che magari non mi faresti ma che potrebbe ronzarti per la testa riguarda il prezzo del corso che è bassino.

Ci sono diversi motivi per cui ora è così basso:

Il primo motivo.

Allineamenti ha sicuramente una missione di business.

Non ho ancora il budget per lavorare totalmente “a gratis” in modalità onlus 😉

Allo stesso tempo voglio  portare avanti la missione sociale di contribuire a diffondere la cultura della leadership e dello sviluppo delle competenze.

Quindi il ritocco sul prezzo è un incentivo e un mio personale contributo.

Questo perché ritengo fortemente che lo sviluppo:

  • della leadership
  • e delle competenze trasversali

possono essere un volano importante per la crescita il benessere e la prosperità di questo paese.

Per questo troverai sempre un prezzo più basso rispetto al valore intrinseco offerto dallo strumento.

Mirco posso essere schietto?

Certo

Ma a me chemmefrega della leadership.

Mica sono Marchionne io.

Dubbio leggittimo.

Ma ti assicuro che la leadership ti interessa eccome.

Se vuoi puoi leggere cosa è la leadership e perchè interessa anche te.

Il secondo motivo.

Sono assolutamente convinto della qualità dello strumento e credo che i primi clienti  che lo utilizzeranno saranno la mia migliore pubblicità.

E a questi primi clienti che mi danno fiducia voglio dare un incentivo con un prezzo più  basso.

Ma il prezzo sarà così basso ancora per poco quindi approfittane prima che aumenti.

Acquista ora.

Il terzo motivo.

Credo nel miglioramento continuo di quello che faccio e quindi anche dei corsi e degli strumenti che propongo nel sito.

Questa è la versione di partenza su cui raccoglierò gli spunti e i feedback di miglioramento.

Per me il feedback ha un valore per cui lo voglio premiare con un prezzo più basso dello strumento.

Man mano che implementerò i miglioramenti grazie ai feedback ricevuti il prezzo dello strumento aumenterà.

Chi l’ha acquistato nella versione attuale riceverà gli aggiornamenti senza alcun costo aggiuntivo.

Quindi approfittane e acquista ora lo strumento.

Ci sono promozioni particolari nel caso di acquisto di più licenze?

promozioni

L’ultima domanda che ho immaginato riguarda lo scenario che auspico maggiormente:

  • hai acquistato lo strumento
  • ti ha soddisfatto
  • sei il responsabile della formazione,  il manager di un gruppo di persone, il titolare di una azienda
  • vuoi dare la possibilità a più persone di usare questo strumento
  • quindi desideri acquistare  più licenze.
  • e ti chiedi:

“Ma se compro più licenze avrò pure uno sconto”?

E la risposta è si.

Quando procedi all’acquisto troverai una schermata dove devi selezionare l’opzione acquista più licenze mettendo un segno di spuntanel quadratino che ti ho indicato col cerchietto

acquistapiulicenze

Poi devi indicare il numero di licenze cliccando sulle freccette che ti ho indicato con il cerchietto.

licenzeconpallino

Più aumenta il numero di licenze che acquisti e maggiore è lo sconto che vedrai alla cassa.

Gli sconti sono impostati in base al prezzo di partenza.

Il prezzo di partenza sarà così basso ancora per poco.

Approfittane e acquista ora ;-).

Ok mi hai convinto, voglio acquistare lo strumento. Come faccio?

Per acquistare lo strumento è molto semplice:

clicca sul pulsante 

che trovi in fondo a questa pagina subito prima della tabelle dei contenuti

verrai condotto alla pagina per l’acquisto

segui le istruzioni e il gioco e fatto.

Non hai trovato alcune risposte che cercavi?

Puoi scrivermi e ti risponderò con piacere :-).

E per chiudere ….

inboccalupo

Ti ringrazio molto per l’interesse e per l’ascolto.

Spero di poterti incontrare dall’altra parte e di fare la tua conoscenza grazie ai commenti.

Comunque e a prescindere ti faccio un grosso in bocca al lupo.

Per la tua crescita, benessere e prosperità.

Usa lo strumento

Materiale

Moduli Stato
1

Modulo di apertura

2

Il tuo profilo di assertività

3

Focus on: atteggiamenti di fondo

4

Allarghiamo la consapevolezza

5

Comunicazione assertiva in azione

6

E adesso?

7

Esercitazioni

8

Allenamento e integrazione quotidiana